IL DIAVOLO FA LE PENTOLE E SIRIANNI LE SCOPERCHIA
Cosa avviene nel Pd lametino? Forse sono in corso i soliti giochetti che l’hanno portato alla disfatta alle scorse elezioni regionali e comunali?

La notizia delle dimissioni del segretario del Partito Democratico lametino, Antonio Sirianni, rese note il 21 novembre scorso, mi ha colto di sorpresa perché solo due giorni prima avevo avuto un’interessante interlocuzione politica, tramite telefono, con lui. Si dimette, Sirianni, con una lettera dignitosa in cui rivendica con forza il lavoro portato avanti, in circa quindici mesi d’impegno, per “rigenerare”… Leggi tutto » IL DIAVOLO FA LE PENTOLE E SIRIANNI LE SCOPERCHIA
Cosa avviene nel Pd lametino? Forse sono in corso i soliti giochetti che l’hanno portato alla disfatta alle scorse elezioni regionali e comunali?

LAMEZIA NON E’ L’ANCELLA DI BUANA ABRAMO
Sindaco Mascaro insorgi, l’intera città non accetta questa subalternità

Ormai è un po’ troppo. Sarebbe tempo che Paolo Mascaro decidesse di insorgere contro il ruolo di ancella del padrone che Abramo ha assegnato a Lamezia. Ruolo talmente evidente che altre istituzioni, come l’ASP, hanno finito con l’adottare. Non è la prima volta che Abramo ci tratta da servi sciocchi. Basta ricordare la sua grande agitazione per trovare un’area o… Leggi tutto » LAMEZIA NON E’ L’ANCELLA DI BUANA ABRAMO
Sindaco Mascaro insorgi, l’intera città non accetta questa subalternità

DEFLAGRA LA POLITICA AMMINISTRATIVA LAMETINA!
Gli esiti dell’istruttoria dell’Ufficio VII del Ministero degli Interni rimandano agli esami di riparazione le delibere del consesso comunale relative all’assunzione del personale

Un grosso petardo di natura politico/amministrativa ha squassato la sonnacchiosa comunità politico/partitica lametina, impaurita dalla crisi pandemica, nei giorni della settimana scorsa. Sono pervenuti al comune di Lamezia Terme, inviati dall’Ufficio VII del Ministero degli interni, gli esiti dell’istruttoria concernente le deliberazioni n. 232 e n. 236 adottate, rispettivamente, il 31 luglio ed il 4 agosto del corrente anno dall’amministrazione… Leggi tutto » DEFLAGRA LA POLITICA AMMINISTRATIVA LAMETINA!
Gli esiti dell’istruttoria dell’Ufficio VII del Ministero degli Interni rimandano agli esami di riparazione le delibere del consesso comunale relative all’assunzione del personale

LA CALABRIA GALLEGGIA TRA GLI INDEBITAMENTI DELLA SANITÀ E LE CREPE DEL SETTORE AMBIENTALE
La fotografia di una regione tormentata da malapolitica, mafia e massoneria. La farsa tragicomica del governo che non governa e dei commissari dimissionari l’un dopo l’altro. Il voto di scambio, prassi e consuetudine di ogni competizione elettorale.

La Calabria galleggia tra gli indebitamenti del comparto della sanità e le crepe maleodoranti presenti nel settore ambientale. La voragine del disavanzo della voce di spesa più pesante del suo bilancio  supera i duemila milioni di euro mentre la stretta sui servizi e sul personale scopre le croniche insufficienze di una rete sanitaria regionale debole e compromessa da espressioni di volontà clientelari che, attraverso l’unica fabbrica del sud, han costruito grandi, immense fortune, elettorali e non.

LE MOZIONI DISCUSSE IN CONSIGLIO COMUNALE
Considerazioni per affrontare con maggiore chiarezza le problematiche trattate

Nell’ordine del giorno dell’ultimo consiglio comunale erano contenute 11 mozioni, che però non sono state discusse e votate. Mi pare opportuno soffermarmi brevemente su alcune di esse. Ne ho letto, naturalmente, solo l’intestazione, non il contenuto; tuttavia, per la conoscenza che ho della storia e dei problemi, antichi e recenti, della nostra città, penso di potermene occupare e, come semplice… Leggi tutto » LE MOZIONI DISCUSSE IN CONSIGLIO COMUNALE
Considerazioni per affrontare con maggiore chiarezza le problematiche trattate

LA GIUNTA COMUNALE LAMETINA È QUELLA DI UNA CITTÀ EVOLUTA?
Legittima suspicione: si ha l’impressione che Lamezia “sia bella ed invidiabile” solo nella narrazione del primo cittadino e che l’opposizione sia in affanno nel presentare proposte alternative al suo governo.

Si è tenuto alcuni giorni fa, esattamente il 13 novembre scorso, una seduta del Consiglio comunale lametino: qualche giorno prima, avevo avuto tra le mani l’ordine del giorno pubblicato sull’albo pretorio e mi ero accorto che i punti iscritti erano ben 52. Ho pensato che chissà quanti, e di quale importanza, sarebbero stati i progetti che l’amministrazione comunale avrebbe portato… Leggi tutto » LA GIUNTA COMUNALE LAMETINA È QUELLA DI UNA CITTÀ EVOLUTA?
Legittima suspicione: si ha l’impressione che Lamezia “sia bella ed invidiabile” solo nella narrazione del primo cittadino e che l’opposizione sia in affanno nel presentare proposte alternative al suo governo.

MAFIA E MASSONERIA
Prendetevi ciò che vi aggrada e levatevi dalle scatole, lasciateci la parte migliore di noi: il possesso della nostra volontà pacifica ed onesta, il nostro arbitrio, la santa gentilezza dei forti.

Ne “Il Caso Scafroglia”, una trasmissione di quasi due decenni addietro, tra i vari personaggi interpretati dal proteiforme Guzzanti, uno, coll’inconfondibile cappuccio a cono e un collare da Gran Maestro, fingeva di interporsi prepotentemente nel palinsesto sulla falsariga di una necessaria interruzione televisiva, strafottendosi altamente del pubblico ordinario, e ciò allo scopo di prodigare delle nuove e segretissime linee guida… Leggi tutto » MAFIA E MASSONERIA
Prendetevi ciò che vi aggrada e levatevi dalle scatole, lasciateci la parte migliore di noi: il possesso della nostra volontà pacifica ed onesta, il nostro arbitrio, la santa gentilezza dei forti.

BASTA CON I PLENIPOTENZIARI
La sanità calabrese ha bisogno di manager qualificati. Zuccatelli ad oggi non ci è parso meritevole di buon giudizio. Ci ragionino partiti e Governo

Un buon Governo ed un buon Ministero della Salute avrebbero effettuato dei controlli prima, non avrebbero atteso una trasmissione televisiva per scoprire gli ulteriori guasti al sistema sanitario della regione Calabria, che ci ha lasciato il Commissario straordinario al Piano di rientro, gen. Cotticelli.

COTTICELLI, ZUCCATELLI? LA PERPETUAZIONE DEL NIENTE, VESTITO DI NULLA!
Pronti a tutto sono i calabresi, stanchi di esser presi per i fondelli. Certo è che la perpetuazione degli errori commessi fino ad ora sarebbe una chiara manifestazione di voler mantenere lo status quo ante, che alla fin fine metterebbe d’accordo politica, mafia, massoneria ed imprenditoria privata orbitanti nella zona grigia della sanità regionale.   

Sanità in Calabria: tragedia o melodramma? Se la si guarda dal punto di vista dell’utente non ci sono dubbi: Eschilo, Sofocle ed Euripide sono dei miserabili dilettanti. Le loro opere che pur han fatto storia, non sono nulla a fronte di quella che si sta consumando in questi giorni, a queste latitudini.