Marzo 2016

Cahier de doléance Tutto scorre ma niente cambia

Si chiamavano cahiers de doléances i registri nei quali le assemblee elettive degli Stati Generali – clero, nobiltà e borghesia – già prima della rivoluzione francese, annotavano critiche e lamentele della popolazione che, poi, dai deputati venivano presentate al sovrano. Cittadino lametino, in eterno gabellato, immagina solo per un momento cosa succederebbe, se tu potessi disporre di un registro sul quale annotare le tue doglianze, certo che il tuo rappresentante lo porterà all’attenzione di chi sta nella stanza dei bottoni. Sarebbe… Leggi tutto »Cahier de doléance Tutto scorre ma niente cambia

Monte Bianco e Mormanno Due storie di due Italie

Anno Domini 1965, 16 luglio: il presidente della Repubblica Italiana Giuseppe Saragat ed il presidente della Repubblica Francese Charles De Gaulle inaugurano il tunnel che collega Courmayeur, in Valle d’Aosta, a Chamonix, nel dipartimento francese dell’Alta Savoia. I lavori di costruzione del tunnel, lungo Km. 11.6  ebbero inizio il 1957  e terminarono nel 1965, anno di apertura. Anno Domini 2016, 10 marzo: il presidente del Consiglio Matteo Renzi ed il governatore della Calabria Mario Oliverio si ritrovano a Mormanno per assistere… Leggi tutto »Monte Bianco e Mormanno Due storie di due Italie

Ad membrum segugi È iattura o la Calabria è perseguitata dalla maledizione della prima luna?

L’espressione “ad membrum segugi”, chiaro esempio dell’antica schiettezza latina, sta ad indicare – in maniera colorita e inequivocabile – qualcosa che non è stata realizzata per come si dovrebbe. Per quanto io ignori le difficoltà che incontrano i cani nell’espletamento delle loro funzioni riproduttive, trovo tuttavia l’espressione estremamente calzante per indicare il modus operandi adottato per la realizzazione della riforma sanitaria calabrese. Ad membrum segugi è stato classificato il decreto nr. 30, che il commissario Scura, coadiuvato da Urbani, ha emanato… Leggi tutto »Ad membrum segugi È iattura o la Calabria è perseguitata dalla maledizione della prima luna?

Calabria che progetta Un meeting organizzato dalle associazioni dei calabresi sparse sul territorio lombardo

Dissipiamo subito ombre e dubbi: non intendiamo parlare dei blasonati ascari dell’on. Galati, che hanno calcato le scene italiane ed internazionali creando una rete di supporto elettorale per lui stesso e per gli amici di cordata. Quella fondazione e l’altro fiore all’occhiello, Calabria Etica, sono ombre senza volto, anche se sono ancora vive e sanguinanti le ferite inferte all’economia calabrese; anche se i “rais” di ieri sono allo stato impegnati in un delicato intervento di lifting. I Calabresi in Italia… Leggi tutto »Calabria che progetta Un meeting organizzato dalle associazioni dei calabresi sparse sul territorio lombardo