Giugno 2017

Esami di maturità 2017 Seneca forma plasma e dà ordine alla vita

Le società umane, quelle antiche come le contemporanee, hanno i propri riti di passaggio che segnano le tappe più significative della vita. Nella nostra società uno di tali momenti è l’esame di maturità nel periodo che coincide con l’età in cui i giovani acquisiscono il diritto di votare. Ma il diploma conseguito con l’esame di maturità indica qualcosa in più: è anche il riconoscimento di un traguardo culturale e sociale cui si perviene non solo con l’età, ma con l’acquisizione… Leggi tutto »Esami di maturità 2017 Seneca forma plasma e dà ordine alla vita

La crescita illimitata del benessere causa disuguaglianze ed ingiustizie

Nel 2007 il libro del filosofo-economista Serge Latouche La scommessa della decrescita (Feltrinelli Ed.), poneva in modo netto un problema col quale noi occidentali dovremo prima o poi fare i conti: l’insostenibilità economica di una crescita illimitata del benessere, sia per la inevitabile limitatezza di risorse a disposizione, sia perché, pur consentendo all’uomo della società occidentale un  comfort sempre maggiore, gli impone uno stile di vita stressante in un contesto di inevitabili disuguaglianze ed ingiustizie. Latouche proponeva una decrescita controllata e… Leggi tutto »La crescita illimitata del benessere causa disuguaglianze ed ingiustizie

Paolo folgorato su Via dei Bizantini Alla ricerca della verginità perduta

Il pensiero espresso è di Sandro Pertini e nessuno può disconoscerne la validità e l’attualità in  tempi in cui corruzione, malaffare e tristi connubi popolano le scene del nostro vivere. Sfogliando le pagine di un immaginario diario, non c’è giorno che sui media non appaiano notizie di loschi intrighi riconducibili a tre “mondi”: politica, mafia e burocrazia di stato. Taccio dei cani sciolti che, a volte per spirito di emulazione e sempre per personali comodi interessi, pullulano nella quotidianità sotto… Leggi tutto »Paolo folgorato su Via dei Bizantini Alla ricerca della verginità perduta

Lamezia: si salvi chi può Ma non c’è posto per tutti

Da non credere, eppure Il piffero o il flauto che dir si voglia, non hanno mai perduto il loro fascino. Fate mente locale per un attimo al pifferaio di Hamelin  che riuscì,  con le sue melodie, a liberare la città dai topi addirittura portandoli al  suicidio collettivo;  poi  agli incantatori  di serpenti che, in paesi lontani, con le note del flauto fanno emergere dal cesto di vimini quegli enormi cobra che, addirittura perdono la loro  aggressività e  danzano sulle melodiche… Leggi tutto »Lamezia: si salvi chi può Ma non c’è posto per tutti