Luglio 2017

Lamezia: compie vent’anni il Museo Archeologico

Il 28 luglio prossimo il Museo Archeologico Lametino festeggerà il suo 20° compleanno. È stato infatti inaugurato il 28 luglio 1997. La sua prima sede è stata, come molti ricorderanno, un palazzo di via Garibaldi, un edificio storico, noto a tutti come ex Avviamento, ma che fu nell’Ottocento Tribunale della città per molto tempo. Oggi, ubicato al primo piano del Complesso del San Domenico ed ex Ginnasio Statale, che ai non più giovani ricorda tante ore di studio e di… Leggi tutto »Lamezia: compie vent’anni il Museo Archeologico

Balla, balla ballerina

Ricordate Macao,  quella piacevole trasmissione di Boncompagni, anno 1997,  la cui  ouverture era una splendida  Valentina Pace ( fotografia che vi ripropongo) nelle vesti della Ballerina Di Siviglia che, tranne apparire e sorridere, null’altro doveva fare. I quattro versetti,  accompagnati da un allegro motivetto che imperversò per mesi sul territorio nazionale, all’incirca recitavano:  Ahi, ballerina di Siviglia  non ballare resta ferma Ahi, ballerina di Siviglia con lo scialle di ciniglia Ahi ballerina di Siviglia, non scoprire la caviglia Ahi ballerina… Leggi tutto »Balla, balla ballerina

San Luca d’Aspromonte crocevia del malaffare Profanazione del sacro ed insulto alla fede dei padri

La Madonna della Montagna, più nota e venerata  come la Madonna di Polsi, di far miracoli non ne vuol sapere! Anche se consapevole del rischio di essere tacciato di apostata irriverenza – malgrado il fiorir di tante leggende che si tramandano da padre in figlio – ho l’impressione che la Beata preferisca rimanere indifferente e sorda ai lamenti della gente sanluchese, così come alle terrene e futili richieste della umana specie. Tra tutte le narrazioni, la più accreditata racconta di… Leggi tutto »San Luca d’Aspromonte crocevia del malaffare Profanazione del sacro ed insulto alla fede dei padri

Lamezia, che inciucione !

Innanzi tutto complimenti a Salvatore De Biase e, perché no, anche a Mariolina Tropea!  La loro elezione, presidente del massimo consesso lametino l’uno e vice presidente l’altra , costituisce un capolavoro di ingegneria politica architettata, disegnata ed attualizzata dai  due più grandi strateghi  dell’orizzonte lametino,  Galati e Scalzo,  ieri politicamente il diavolo e l’acqua santa, oggi tazza e cucchiara  tesi e protesi  alla spasmodica ricerca di una sistemazione in vista delle prossime elezioni politiche diciottine. Complimenti  però anche a me… Leggi tutto »Lamezia, che inciucione !

Lamezia non è diversa da altre realtà calabresi… Una riflessione di Italo Leone che pubblichiamo molto volentieri

Caro Renato, rispondo alle cortesi sollecitazioni con cui mi invitavi a parlare della triste condizione di Lamezia Terme con una lettera, nella quale cercherò di spiegare ciò che non sono riuscito a chiarire in quella telefonata. Noi ci conosciamo fin dai tempi del liceo; abbiamo condiviso l’esperienza del primo scoutismo a Nicastro, abbiamo ritrovato le condizioni di un sereno dibattito tra un gruppo di amici che hanno gli stessi valori di base.  Mi esprimevi in quella telefonata la tua indignazione… Leggi tutto »Lamezia non è diversa da altre realtà calabresi… Una riflessione di Italo Leone che pubblichiamo molto volentieri

“Credere, obbedire, non combattere” Parola di Magorno, segretario Pd

“Adamàntem  me genuit et Arnust appellatus fui”. Traduco: Diamante mi diede i natali e fui chiamato Ernesto, nome che fa rima con “onesto”, titolo di una mia satira degli anni sessanta. L’Ernesto di allora non è quello di oggi, ma per i vichiani corsi e ricorsi storici  oggi mi imbatto con un altro Ernesto, l’adamantino Magorno deputato a Montecitorio  nonché segretario dell’ ormai  squinternato Pd calabrese condannato, per idiozia politica, ad aspettare nell’angolo del ring il  gong  liberatorio dell’ultima ripresa.… Leggi tutto »“Credere, obbedire, non combattere” Parola di Magorno, segretario Pd

Mascaro scendi giù… dalle nuvole Lettera aperta al sindaco di Lamezia

Egr. Avvocato, sono trascorsi due anni dalla sua elezione a sindaco di questa sventurata città. Penso non abbia nulla da eccepire sull’aggettivo  qualificativo  utilizzato per sottolineare una carenza endemica di quest’urbe che, per profezia di avveduti, quanto ciarlatani, politici doveva essere il fiore all’occhiello di questa regione e che, invece, si è fatta “attenzionare” per tutt’altri meriti. Infatti, qualora Lamezia, o meglio il suo consiglio comunale dovesse essere sciolto per infiltrazione mafiosa, noi cittadini certamente dovremo indossare il cilicio dei… Leggi tutto »Mascaro scendi giù… dalle nuvole Lettera aperta al sindaco di Lamezia