Febbraio 2020

LAMEZIA, FULCRO DELLO SVILUPPO DELLA CALABRIA
VA IN ONDA UN’ALTRA FAVOLA METROPOLITANA ?

Nella seconda metà del mese in corso è andata sviluppandosi una interlocuzione, fatta di contatti sui giornali e tramite telefono, tra il presidente del consiglio comunale di Lamezia Terme ed il suo omologo di Catanzaro. L’oggetto del dialogo consiste nella proposta di Peppino Zaffina a Marco Polimeni di tenere un Consiglio comunale congiunto tra i consiglieri delle due città, con la finalità, dichiarata dal medesimo Zaffina, di “proseguire nel dialogo tra i due Enti territoriali che sono la forza trainante… Leggi tutto » LAMEZIA, FULCRO DELLO SVILUPPO DELLA CALABRIA
VA IN ONDA UN’ALTRA FAVOLA METROPOLITANA ?

IL GRANDE PROGETTO DELLA CITTA’ DELL’ ISTMO
PARTO DI FANTASIA MALATA O SENNO DI POI ?

Credo non sfugga ad alcuno che la nostra città stia attraversando un momento difficile. Mah, forse il termine non è appropriato, perché indica una frazione di tempo associata all’idea della brevità e della episodicità, mentre “fotografando” Lamezia si avverte la sensazione di vivere una città che “campa alla giornata”. Non ricordo chi la definì una città sofferente, però camminando, oggi, per le sue vie ti prende il magone nel vedere strade e negozi deserti, indifferenza e imperscrutabili silenzi e, spesso… Leggi tutto » IL GRANDE PROGETTO DELLA CITTA’ DELL’ ISTMO
PARTO DI FANTASIA MALATA O SENNO DI POI ?

LAMEZIA CITTA’ DELL’ISTMO
Solo uniti si vince

A settembre del 2017, attraverso questo web journal, proponevo la costituzione di un sodalizio, tra i comuni gravitanti nell’orbita della piana lametina, finalizzato a dar vita ad un consorzio che, nel rispetto dell’identità di ciascuno, parlasse un’unica lingua in termini di sviluppo socio economico dell’area baricentro della regione Calabria. All’uopo, a mezzo posta certificata, fu inviata a tutti i sindaci una brochure con la quale li si invitava a partecipare ad un primo incontro per manifestare consenso o dissenso, proposte,… Leggi tutto » LAMEZIA CITTA’ DELL’ISTMO
Solo uniti si vince

IL CENTRO DI NEUROGENETICA COLLEGATO AL MATER DOMINI
La decisione del ministro Speranza suscita qualche perplessità

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo i riconoscimenti di rito al Centro Regionale di Neurogenetica di Lamezia Terme, d’intesa con il Commissario ad acta, Cotticelli, e col Commissario straordinario di Catanzaro, Zuccatelli, lo ha “immediatamente collegato alla Azienda Ospedaliera-Universitaria Mater Domini di Catanzaro, che ne assumerà temporaneamente e funzionalmente la gestione, nelle more del perfezionamento dell’accordo con l’INRCA-IRCCS di Ancona/Cosenza”. Il Ministro Speranza ha messo in piedi questa operazione al fine espresso “di superare lo stallo causato dalla difficoltà… Leggi tutto » IL CENTRO DI NEUROGENETICA COLLEGATO AL MATER DOMINI
La decisione del ministro Speranza suscita qualche perplessità

LA CALABRIA AL CAPOLINEA
Lettera aperta alla neo governatrice

On. Santelli, plaudo alla sua elezione a governatrice di questa nostra terra ed effettivamente sono ben contento del cambio di genere considerato che, dopo circa mezzo secolo della  governance regionale di uomini e mezz’ uomini – per dirla con Sciascia, omettendo il resto –  la Calabria era ed è rimasta la Cenerentola d’Italia. Non è il caso però, di menarne vanto poiché destra e sinistra, rispettivamente coniugate in tutte le salse ed in puntuale alternanza, hanno fatto a gara per… Leggi tutto » LA CALABRIA AL CAPOLINEA
Lettera aperta alla neo governatrice

IL MONDO E’ CAMBIATO MA NESSUNO NE PRENDE ATTO
Perdurano le differenze tra le DUE ITALIE

Coll’epiteto di “Cassandre” sono indicati tutti coloro che prevedono una qualche disgrazia ma non sono ascoltati. Una famosa “Cassandra” italiana fu il repubblicano Ugo La Malfa che si battè negli anni ’60 e ’70 per il controllo della spesa pubblica, l’intervento regolatore dello Stato nell’economia, una politica per l’espansione dei consumi pubblici rispetto a quella dei consumi privati; la crescita della produttività agricola e la creazione di infrastrutture necessarie allo sviluppo industriale al Sud come al Nord. Il contrario di… Leggi tutto » IL MONDO E’ CAMBIATO MA NESSUNO NE PRENDE ATTO
Perdurano le differenze tra le DUE ITALIE

IL VOTO DEI LAMETINI ALLE REGIONALI
RICONFERMATO IL SEMPITERNO RUOLO DI GREGARI

(F.S.)  Un confronto tra le Regionali 2020 e quelle del 2014 a Lamezia per capire come sei elettori su 10 hanno un orientamento politico di centro-destra e come quasi la metà preferisce non esprimere voti. Resta confermato un antico dato ormai storico, sin dai tempi della dc e del psi in città qualche sconosciuto crea facilmente comitati elettorali.    In una regione in cui nessun governatore è stato mai riconfermato per un secondo mandato da quando il Presidente viene eletto… Leggi tutto » IL VOTO DEI LAMETINI ALLE REGIONALI
RICONFERMATO IL SEMPITERNO RUOLO DI GREGARI

I FASCI (DI CICORIA) CALABRESI

I FASCI (DI CICORIA) CALABRESI Amico mio, questo secolo è un secolo da ragazzi. In giro non c’è assolutamente nulla di niente. I pensieri di Meo Abbracciavacca   Una delle scene più repellenti a cui mi è toccato assistere in quest’anno ancora incipiente, ma già bello in carriera, è stata quella del vecchio cavaliere gongolante per la sua vittoria alle regionali. Pareva lì per lì un vegliardo a cui fosse riuscito, al cospetto di una altrettanto vecchia bagascia (la democrazia), di sparare… Leggi tutto »I FASCI (DI CICORIA) CALABRESI

LA CITTA’ MUTA TESTIMONIA
Uno dei problemi di Lamezia è che talvolta anche un semplice cittadino la vince, anche se non è un mafioso.

Con gli amici girando per Lamezia e guardandoci attorno di tanto in tanto riconsideriamo una vecchia teoria che provo a riassumere. Come può una città far fronte alle cosche, alla ‘ndrangheta, se si è piegata finanche a qualche privato disarmato? La storia è maestra, dagli anni cinquanta ad oggi semplici cittadini, persone perbene, hanno ottenuto, grazie a conoscenze e amicizie, dei favori, a scapito del bene comune. Lamezia e tutte le città meridionali sono piene di queste testimonianze, le strade per… Leggi tutto » LA CITTA’ MUTA TESTIMONIA
Uno dei problemi di Lamezia è che talvolta anche un semplice cittadino la vince, anche se non è un mafioso.

ELEZIONI REGIONALI IN CALABRIA
Gli umori degli elettori e il “modus votandi”

Che andasse come è andata i bookmakers più accreditati l’avevano previsto: la vittoria del centrosinistra era data 10 a 1. Un risultato scontato, una salutare passeggiata, quindi, quella di Iole Santelli, neo governatrice della regione più infelice d’Italia, suffragata non solo dal nulla di fatto del quinquennio oliveriano caratterizzato da camarille, rimpasti e giochi finalizzati alla conservazione del potere: niente di fatto, niente che resti, niente che abbia segnato il cambio di passo di una regione ultima classificata per qualità… Leggi tutto » ELEZIONI REGIONALI IN CALABRIA
Gli umori degli elettori e il “modus votandi”