Attualità

SANTELLI, I PENSIERI DI UN SOGNATORE
E’ vero… a volte le apparenze ingannano

La notizia giuntami relativamente alla prematura morte dell’on. Iole Santelli mi ha addolorato e non poco, forse perché fino a ieri i miei pensieri nei Suoi confronti certamente non stazionavano sulle vette dei monti più alti della nostra Terra. In tutta sincerità avevo “in macchina” una lettera aperta, a Lei indirizzata, il cui titolo era “ Balla, balla, ballerina” riproponendo la Ballerina di Siviglia  di Cacao Meravigliao, gioconda e spensierata. Quando stamane ho appreso che Atropo inesorabile, con lucide cesoie,… Leggi tutto » SANTELLI, I PENSIERI DI UN SOGNATORE
E’ vero… a volte le apparenze ingannano

METTIAMO A POSTO LA CITTA’, SE NON ORA QUANDO ?
Le “Grandi Schifezze” di Lamezia Terme: Corso Numistrano e Piazza della Repubblica

Parliamo di beni culturali di Lamezia Terme: da alcuni decenni mi occupo del Corso Numistrano che, a mio giudizio, costituisce il bene culturale più importante e prezioso, ricco di memorie e di storia; ancora oggi, rimane la costruzione più bella della città, che i nostri antenati hanno costruito e ci hanno lasciato in eredità. È un bene culturale simbolo, luogo d’incontro, che ha svolto per oltre un secolo e mezzo e continua a svolgere, la “funzione indispensabile come spazio di… Leggi tutto » METTIAMO A POSTO LA CITTA’, SE NON ORA QUANDO ?
Le “Grandi Schifezze” di Lamezia Terme: Corso Numistrano e Piazza della Repubblica

LA CITTA’ SALOTTO, SE NON ORA QUANDO?
La pedonalizzazione dei corsi consentirebbe consumi, attività commerciali e svago

Lo slogan ce lo possono fornire le città europee, sotto l’etichetta  “Slow city (città lente), basta sceglierlo: Togliere la città alle macchine (slogan del sindaco di Atene, Bakoyannis) oppure La città salotto (come Rotterdam). Perchè Lamezia non si riconcilia con quello che la storia ci ha tramandato, un centro storico stupendo con una direttrice che va dalla Cattedrale alla stazione di Nicastro e che da sempre chiamiamo “salotto”? Io non sono un urbanista nè uno storico dell’arte, un semplice cittadino… Leggi tutto » LA CITTA’ SALOTTO, SE NON ORA QUANDO?
La pedonalizzazione dei corsi consentirebbe consumi, attività commerciali e svago

CACCIATORI ALLO SBANDO: PAROLE MA NIENTE FATTI
La legge regionale sulla caccia è obsoleta. Occorrerebbe un piano faunistico regionale che tenga conto dei diritti e dei doveri di ciascuna delle controparti.

Sembrava, qualche mese fa, che il mondo della caccia avesse trovato finalmente le orecchie giuste per la soluzione dei suoi problemi. L’ottimismo era dettato dal fatto che il neo assessore regionale all’ Agricoltura, Gianluca Gallo, aveva convocato i referenti delle associazioni venatorie per un confronto sulle problematiche e le prospettive della caccia in Calabria. “La legge regionale sulla caccia – affermò allora l’assessore Gallo – è obsoleta. Lavoreremo per giungere alla formulazione di una proposta normativa da sottoporre all’attenzione ed… Leggi tutto » CACCIATORI ALLO SBANDO: PAROLE MA NIENTE FATTI
La legge regionale sulla caccia è obsoleta. Occorrerebbe un piano faunistico regionale che tenga conto dei diritti e dei doveri di ciascuna delle controparti.

LE VECCHIE DISCARICHE CONTINUANO AD INQUINARE
I carabinieri del Noe hanno sequestrato l’area di località Stretto. Lamezia ed il Lametino impediranno di essere sommersi da nuovi rifiuti

Riceviamo e pubblichiamo: Italia Nostra, Zero Waste Italy, Confagricoltura, CIA Agricoltori Italiani, Coldiretti, FederAgri, ACLI Terra, Associazione Regionale Allevatori, Parco Agricolo della Calabria, Città del vino, Movimento turismo del vino, Agriturist, Amici della terra, Amici della Montagna, Confesercenti, Confartigianato, CNA, Confcooperative, Lamezia Shopping, Cittadinanzattiva, L’albero della vite, Associazione Micologica Reventino, Movimento Cristiano Lavoratori, ACLI don Saverio Gatti, Osservatorio Sociale San Nicola, Difesa Consumatori del Lametino, Tribunale del Malato, Altrove, Comitato Lamezia 4 Gennaio, Comitato Salviamo la Sanità del Lametino, Comitato… Leggi tutto » LE VECCHIE DISCARICHE CONTINUANO AD INQUINARE
I carabinieri del Noe hanno sequestrato l’area di località Stretto. Lamezia ed il Lametino impediranno di essere sommersi da nuovi rifiuti

LA SCUOLA MERIDIONALE PENALIZZATA DALLE DIFFERENZE ESISTENTI NEL PAESE
E’ un errore considerarla fuori dal contesto complessivo della realtà circostante. L’anno scolastico si è concluso con risultati insoddisfacenti nella didattica.

La scuola riprende la sua attività dopo un anno concluso come si è potuto a causa della pandemia, con collegamenti video a distanza tra alunni e docenti e, alla fine, con risultati insoddisfacenti nella didattica. Come forse era prevedibile i voti, anche quelli della maturità, sono stati mediamente più alti soprattutto al Sud. Da molti anni i governi che si sono succeduti hanno trascurato di investire nella scuola nel silenzio di consistenti parti della società civile, convinte che ciò che… Leggi tutto » LA SCUOLA MERIDIONALE PENALIZZATA DALLE DIFFERENZE ESISTENTI NEL PAESE
E’ un errore considerarla fuori dal contesto complessivo della realtà circostante. L’anno scolastico si è concluso con risultati insoddisfacenti nella didattica.

LA CONCORRENZA E’ IL SOLO VACCINO PER SCONFIGGERE LA MAFIA
Va bene regolamentare il gioco ma troppi lacci e laccioli finiscono col nuocere

Qualsiasi consumatore italiano fa ogni giorno questa esperienza: maggiore è la concorrenza migliore sarà la possibilità di acquistare a buon prezzo. Certo, per acquistare un i Phone non è che si debba essere laureati in informatica, per comprare della carne si può non saper nulla dell’anatomia di un vitello, ma ciascuno di noi si regola con il prezzo. In un ristorante non è necessario aver bevuto tutte le bottiglie di vino presenti sul menu, si sceglie anche in base ai… Leggi tutto » LA CONCORRENZA E’ IL SOLO VACCINO PER SCONFIGGERE LA MAFIA
Va bene regolamentare il gioco ma troppi lacci e laccioli finiscono col nuocere

LA NATURA, MUSA DI POETI E ARTISTI, OGGI È MINACCIATA DAL PROFITTO
Urge un cambiamento di mentalità, tutelare i beni naturali per scongiurare la fine dell’umanità

Sempre più oltraggiata dagli interventi distruttivi dell’uomo, la natura lancia oggi un silente appello a tutti gli uomini, affinché si possa ristabilire il legame che da secoli ha connesso indissolubilmente e biunivocamente l’umanità ad essa. Se la natura soccombe, soccombe l’umanità. L’uomo moderno ha sconvolto l’ambiente e i ritmi della natura con l’inquinamento dell’aria e delle acque – a causa dell’emissione di gas velenosi nell’atmosfera e lo sversamento di liquami inquinanti nei fiumi e nei mari – con l’avvelenamento della… Leggi tutto » LA NATURA, MUSA DI POETI E ARTISTI, OGGI È MINACCIATA DAL PROFITTO
Urge un cambiamento di mentalità, tutelare i beni naturali per scongiurare la fine dell’umanità

SABELLI FIORETTI, DAVÌ E QUELLA CAMPAGNA PUBBLICITARIA CONTRO LA CALABRIA NON RICHIESTA DA NESSUNO

Il 7 luglio scorso è stato pubblicato su “Il Fatto Quotidiano”, a pag. 13, un trafiletto dal titolo “Polveri sottili (da sparo)” a firma di Claudio Sabelli Fioretti, il quale, rivolgendosi a Klaus Davì per le insensate esternazioni espresse nelle scorse settimane, usa parole pesanti nei riguardi dei calabresi. Era partito bene Sabelli Fioretti, puntando il dito contro il ‘massmediologo’ Davì e la sua becera propaganda sulle bellezze calabresi, ma poi è scivolato di brutto. Nelle scorse settimane, il massmediologo,… Leggi tutto »SABELLI FIORETTI, DAVÌ E QUELLA CAMPAGNA PUBBLICITARIA CONTRO LA CALABRIA NON RICHIESTA DA NESSUNO

DA LOIERO A SANTELLI, DA TOSCANI A GIANNINI E MUCCINO
Dai terroni al bergamotto continua la saga pubblicitaria della Calabria: grossi nomi e spese alle stelle, ma il turismo non decolla anzi langue

Non è certo effetto del covid, ma nella cittadella degli uffici tra i mobili, le suppellettili, le scartoffie deve aver trovato dimora un qualche benevolo virus che provoca lampi di genialità. Fortunatamente parrebbe avere il suo habitat solo negli uffici alti della “torre”, perché è lì che è ubicata la fucina delle idee. L’anamnesi ci dice che il primo ad essere folgorato, sulla via che da Catanzaro volge verso San Severina, fu nel 2007 Agazio Loiero. Egli intuì che nella… Leggi tutto » DA LOIERO A SANTELLI, DA TOSCANI A GIANNINI E MUCCINO
Dai terroni al bergamotto continua la saga pubblicitaria della Calabria: grossi nomi e spese alle stelle, ma il turismo non decolla anzi langue