Giuseppe Sestito

BEPPE PROVENZANO, IL DISEGNO DI LEGGE ZAN ED IL PIANO DECENNALE PER IL SUD 2030
Ancora una messinscena e fumo negli occhi dei meridionali e dei calabresi

Peppe Provenzano, ex ministro per il Sud ed esponente di spicco del Pd targato Enrico Letta, ha dichiarato ai microfoni di Omnibus a proposito del percorso accidentato del disegno di legge Zan che: «I numeri mancano al Senato perché Renzi li fa mancare; siamo di fronte a un voltafaccia [….] Italia Viva aveva votato il ddl Zan in questa formulazione… Leggi tutto » BEPPE PROVENZANO, IL DISEGNO DI LEGGE ZAN ED IL PIANO DECENNALE PER IL SUD 2030
Ancora una messinscena e fumo negli occhi dei meridionali e dei calabresi

LA GUERRA PER LA SOPRAVVIVENZA TRA GRILLO E CONTE
Spasmodica l’attesa nel Pd su come andrà a finire e su chi ne uscirà vincitore.

Mentre si va facendo sempre più violenta la “Sfida all’O.k. Corral” tra Grillo e Conte per impossessarsi del Movimento 5-stelle e raggiungere l’obiettivo che ciascuno dei due si è prefissato, il Pd – ispirato dall’ideologo Goffredo Bettini – resta in ansiosa attesa, sperando naturalmente che vinca Giuseppe Conte. Per chi non lo sapesse, chiarisco subito che il su citato Bettini è… Leggi tutto » LA GUERRA PER LA SOPRAVVIVENZA TRA GRILLO E CONTE
Spasmodica l’attesa nel Pd su come andrà a finire e su chi ne uscirà vincitore.

AVVISAGLIE NEL NUOVO GOVERNO DI DIVISIONI E CONTRASTI TRA I PARTITI ED I MOVIMENTI CHE LO COMPONGONO
Riuscirà Mario Draghi, come De Gasperi, a dare una svolta decisiva all’Italia? Speriamo di si, ce l’auguriamo di tutto cuore. Ne abbiamo tutti bisogno, l’Italia ne ha bisogno!

Anche nel governo diretto da Mario Draghi cominciano a fare capolino divisioni e contrasti, tra i vari partiti e movimenti che lo compongono alla guisa di un traballante mosaico. Le divisioni sono una costante strutturale e storica della cultura civile, sociale, e soprattutto politica, della società italiana. Fin dai tempi più antichi ci siamo sempre divisi su tutto: tra guelfi… Leggi tutto » AVVISAGLIE NEL NUOVO GOVERNO DI DIVISIONI E CONTRASTI TRA I PARTITI ED I MOVIMENTI CHE LO COMPONGONO
Riuscirà Mario Draghi, come De Gasperi, a dare una svolta decisiva all’Italia? Speriamo di si, ce l’auguriamo di tutto cuore. Ne abbiamo tutti bisogno, l’Italia ne ha bisogno!

LE TRE MOSSE VINCENTI DI MATTEO RENZI
La mossa del cavallo, quella del mulo e l’ultima dell’asino

La prima mossa di Matteo Renzi, quella del cavallo, consistette nel consentire la nascita del governo Conte-bis dopo le dimissioni-suicidio di Salvini che, nel mese di agosto del 2019, reduce dal Papeete, mise in crisi il governo Conte-one di cui era ministro degli interni. Nessuno si sarebbe aspettato che il leader di Italia Viva, cancellando di botto anni ed anni… Leggi tutto » LE TRE MOSSE VINCENTI DI MATTEO RENZI
La mossa del cavallo, quella del mulo e l’ultima dell’asino

LAMEZIA TERME: CINQUANTATRÈ ANNI, TRA STORIA E CRONACA.
Il ruolo dell’avvocato Arturo Perugini e quello del Vescovo della diocesi di Nicastro, mons. Renato Luisi

Seconda parte Mons. Renato Luisi arrivò a Nicastro, nel giugno del 1963, dalla diocesi di Bovino che fa parte, oggi, dell’odierna arcidiocesi Foggia-Bovino nata nel 1986 dall’unione di due precedenti sedi episcopali: quella di Bovino, attestata dal X secolo, e quella di Foggia, istituita il 25 giugno 1855. Egli fu l’ultimo vescovo residenziale della secolare diocesi bovinese. Incerta e scarsamente… Leggi tutto » LAMEZIA TERME: CINQUANTATRÈ ANNI, TRA STORIA E CRONACA.
Il ruolo dell’avvocato Arturo Perugini e quello del Vescovo della diocesi di Nicastro, mons. Renato Luisi

CONSIDERAZIONI SUGLI EFFETTI CONSEGUENTI ALLA VISIONE DEI TALK SHOW TV
Dalla trasmissione delle ultime puntate di “Di Martedi” e “Porta a Porta”

Sera di martedi 2 febbraio, in considerazione dell’importanza degli accadimenti politici  succedutisi nella giornata, mi sono collegato con due trasmissioni televisive; prima a “Di Martedi” condotto da Giovanni Floris iniziata alle 21:15 e, successivamente, a “Porta a Porta” di Bruno Vespa, iniziata alle 23:05. Il dispiegamento di personaggi del giornalismo, cartaceo ed on-line”, presenti a “Di Martedi” è stato imponente… Leggi tutto » CONSIDERAZIONI SUGLI EFFETTI CONSEGUENTI ALLA VISIONE DEI TALK SHOW TV
Dalla trasmissione delle ultime puntate di “Di Martedi” e “Porta a Porta”

E’ LA SOLITA SOLFA: NIENTE DI NUOVO E NULLA DI FATTO NEGLI “ASSEMBRAMENTI” DEI PARTITI LAMETINI
Destra e sinistra annaspano mentre restano irrisolti i problemi strutturali della città e non si intravede alcun segnale foriero del suo sviluppo economico

Negli ultimi giorni dello scorso dicembre, i “partiti” lametini si sono riuniti in ”assembramenti” congiunti. Lo hanno fatto per primi quelli del centro-destra che alla fine hanno emesso un comunicato in cui non avanzano alcuna proposta in relazione al miglioramento delle condizioni della città. Ciò fa pensare che siano stati insieme per scambiarsi gli auguri natalizi e di buon anno… Leggi tutto » E’ LA SOLITA SOLFA: NIENTE DI NUOVO E NULLA DI FATTO NEGLI “ASSEMBRAMENTI” DEI PARTITI LAMETINI
Destra e sinistra annaspano mentre restano irrisolti i problemi strutturali della città e non si intravede alcun segnale foriero del suo sviluppo economico

LANGUE LAMEZIA TERME TRA UNA SENTENZA E L’ALTRA
In attesa della sentenza del Consiglio di Stato la città resta impantanata nei suoi problemi antichi e recenti

Alcuni giorni addietro, la Corte di Cassazione ha reso nota la sentenza tanto attesa non solo dal sindaco e dai suoi supporters, che ne temevano l’esito negativo, ma anche dai loro avversari politici che speravano che la Suprema Corte togliesse loro le castagne dal fuoco e rendesse possibile la rimozione definitiva del primo cittadino. Mascaro è candidabile per cui bisogna… Leggi tutto » LANGUE LAMEZIA TERME TRA UNA SENTENZA E L’ALTRA
In attesa della sentenza del Consiglio di Stato la città resta impantanata nei suoi problemi antichi e recenti

LA VERIFICA STRAORDINARIA DI CASSA NEL COMUNE DI LAMEZIA TERME
Basta con le dispute stucchevoli. Lamezia è “bella ed invidiabile” ma resta sempre una città con servizi carenti, inadeguati o addirittura inesistenti

Una stucchevole disputa si è accesa in ambito politico lametino in seguito alla “verifica straordinaria di cassa” cui si è dovuto fare ricorso per l’esito della sentenza del Tar della Calabria. Com’è noto, l’organo della giustizia amministrativa ha disposto la sospensione del consiglio comunale lametino e della giunta dopo aver accolto i ricorsi di Zizza in relazione a brogli, schede… Leggi tutto » LA VERIFICA STRAORDINARIA DI CASSA NEL COMUNE DI LAMEZIA TERME
Basta con le dispute stucchevoli. Lamezia è “bella ed invidiabile” ma resta sempre una città con servizi carenti, inadeguati o addirittura inesistenti

LAMEZIA TERME: CINQUANTATRÉ ANNI TRA STORIA E CRONACA
Il ruolo dell’avv. Arturo Perugini e quello del Vescovo della diocesi di Nicastro, mons. Renato Luisi

Prima puntata Alcuni giorni addietro, precisamente il quattro gennaio scorso, sono trascorsi cinquantatré anni da quando Lamezia Terme fu istituita. Voglio ricordarne il compleanno parlando di uno dei due artefici di questa importante impresa, mons. Renato Luisi, allora vescovo della diocesi di Nicastro.   Non bisogna infatti dimenticare che se il senatore Arturo Perugini ebbe il merito di presentare presso… Leggi tutto » LAMEZIA TERME: CINQUANTATRÉ ANNI TRA STORIA E CRONACA
Il ruolo dell’avv. Arturo Perugini e quello del Vescovo della diocesi di Nicastro, mons. Renato Luisi

CORRE SERI RISCHI L’ ATTUALE CONSILIATURA LAMETINA
Il ricorso di Zizza al Consiglio di Stato avverso la sentenza del TAR della Calabria che ha annullato i risultati elettorali in quattro sezioni e l’incandidabilità del sindaco su cui deve deliberare la Corte di Cassazione.

Penso di non ricordare male nel riferire un episodio riportato dai giornali nel mese di marzo del 2019:  a fronte della notifica dell’appello inoltrato al Consiglio di Stato dall’Avvocatura Generale dello Stato avverso la decisione dei giudici amministrativi  del Lazio che, dopo lo scioglimento del consiglio comunale disposto nel 2017 per infiltrazioni malavitose, avevano reintegrato il consesso civico, con annessi… Leggi tutto » CORRE SERI RISCHI L’ ATTUALE CONSILIATURA LAMETINA
Il ricorso di Zizza al Consiglio di Stato avverso la sentenza del TAR della Calabria che ha annullato i risultati elettorali in quattro sezioni e l’incandidabilità del sindaco su cui deve deliberare la Corte di Cassazione.

TAR CALABRIA CERTIFICA L’ESISTENZA DI ANOMALIE, INCONGRUENZE E BROGLI
Sono avvenute in alcune sezioni elettorali di Lamezia Terme durante le consultazioni amministrative dello scorso 10 novembre. Si paventa l’ipotesi di un altro scioglimento del consesso civico?

Non c’è due senza tre? Allarga sconsolato le braccia, il sindaco di Lamezia Terme, difronte al secondo scioglimento del consiglio comunale dell’era Mascaro per brogli elettorali evidenziati in quattro sezioni nel corso delle elezioni amministrative tenute appena un anno fa. Questa volta, il primo cittadino non adopera i toni di supponenza come altre volte gli è accaduto di fare quando,… Leggi tutto » TAR CALABRIA CERTIFICA L’ESISTENZA DI ANOMALIE, INCONGRUENZE E BROGLI
Sono avvenute in alcune sezioni elettorali di Lamezia Terme durante le consultazioni amministrative dello scorso 10 novembre. Si paventa l’ipotesi di un altro scioglimento del consesso civico?

IL DIAVOLO FA LE PENTOLE E SIRIANNI LE SCOPERCHIA
Cosa avviene nel Pd lametino? Forse sono in corso i soliti giochetti che l’hanno portato alla disfatta alle scorse elezioni regionali e comunali?

La notizia delle dimissioni del segretario del Partito Democratico lametino, Antonio Sirianni, rese note il 21 novembre scorso, mi ha colto di sorpresa perché solo due giorni prima avevo avuto un’interessante interlocuzione politica, tramite telefono, con lui. Si dimette, Sirianni, con una lettera dignitosa in cui rivendica con forza il lavoro portato avanti, in circa quindici mesi d’impegno, per “rigenerare”… Leggi tutto » IL DIAVOLO FA LE PENTOLE E SIRIANNI LE SCOPERCHIA
Cosa avviene nel Pd lametino? Forse sono in corso i soliti giochetti che l’hanno portato alla disfatta alle scorse elezioni regionali e comunali?

DEFLAGRA LA POLITICA AMMINISTRATIVA LAMETINA!
Gli esiti dell’istruttoria dell’Ufficio VII del Ministero degli Interni rimandano agli esami di riparazione le delibere del consesso comunale relative all’assunzione del personale

Un grosso petardo di natura politico/amministrativa ha squassato la sonnacchiosa comunità politico/partitica lametina, impaurita dalla crisi pandemica, nei giorni della settimana scorsa. Sono pervenuti al comune di Lamezia Terme, inviati dall’Ufficio VII del Ministero degli interni, gli esiti dell’istruttoria concernente le deliberazioni n. 232 e n. 236 adottate, rispettivamente, il 31 luglio ed il 4 agosto del corrente anno dall’amministrazione… Leggi tutto » DEFLAGRA LA POLITICA AMMINISTRATIVA LAMETINA!
Gli esiti dell’istruttoria dell’Ufficio VII del Ministero degli Interni rimandano agli esami di riparazione le delibere del consesso comunale relative all’assunzione del personale

LE MOZIONI DISCUSSE IN CONSIGLIO COMUNALE
Considerazioni per affrontare con maggiore chiarezza le problematiche trattate

Nell’ordine del giorno dell’ultimo consiglio comunale erano contenute 11 mozioni, che però non sono state discusse e votate. Mi pare opportuno soffermarmi brevemente su alcune di esse. Ne ho letto, naturalmente, solo l’intestazione, non il contenuto; tuttavia, per la conoscenza che ho della storia e dei problemi, antichi e recenti, della nostra città, penso di potermene occupare e, come semplice… Leggi tutto » LE MOZIONI DISCUSSE IN CONSIGLIO COMUNALE
Considerazioni per affrontare con maggiore chiarezza le problematiche trattate

LA GIUNTA COMUNALE LAMETINA È QUELLA DI UNA CITTÀ EVOLUTA?
Legittima suspicione: si ha l’impressione che Lamezia “sia bella ed invidiabile” solo nella narrazione del primo cittadino e che l’opposizione sia in affanno nel presentare proposte alternative al suo governo.

Si è tenuto alcuni giorni fa, esattamente il 13 novembre scorso, una seduta del Consiglio comunale lametino: qualche giorno prima, avevo avuto tra le mani l’ordine del giorno pubblicato sull’albo pretorio e mi ero accorto che i punti iscritti erano ben 52. Ho pensato che chissà quanti, e di quale importanza, sarebbero stati i progetti che l’amministrazione comunale avrebbe portato… Leggi tutto » LA GIUNTA COMUNALE LAMETINA È QUELLA DI UNA CITTÀ EVOLUTA?
Legittima suspicione: si ha l’impressione che Lamezia “sia bella ed invidiabile” solo nella narrazione del primo cittadino e che l’opposizione sia in affanno nel presentare proposte alternative al suo governo.

METTIAMO A POSTO LA CITTA’, SE NON ORA QUANDO ?
Le “Grandi Schifezze” di Lamezia Terme: Corso Numistrano e Piazza della Repubblica

Parliamo di beni culturali di Lamezia Terme: da alcuni decenni mi occupo del Corso Numistrano che, a mio giudizio, costituisce il bene culturale più importante e prezioso, ricco di memorie e di storia; ancora oggi, rimane la costruzione più bella della città, che i nostri antenati hanno costruito e ci hanno lasciato in eredità. È un bene culturale simbolo, luogo… Leggi tutto » METTIAMO A POSTO LA CITTA’, SE NON ORA QUANDO ?
Le “Grandi Schifezze” di Lamezia Terme: Corso Numistrano e Piazza della Repubblica

IL CONSIGLIO COMUNALE LAMETINO HA APPROVATO IL DUP
Il documento unico di programmazione è originale ed innovativo o è un estratto del programma elettorale del sindaco Mascaro?

Allorché, se non ricordo male, il 3 o 4 di agosto, leggendo i giornali per tenermi informato su quanto stesse succedendo in quei giorni a Lamezia, ho appreso che la giunta comunale lametina aveva approvato il DUP, sono stato pervaso da un senso di sbigottimento. Hanno approvato il DUP, mi sono chiesto, il 4 di agosto? Ma gli amministratori lametini:… Leggi tutto » IL CONSIGLIO COMUNALE LAMETINO HA APPROVATO IL DUP
Il documento unico di programmazione è originale ed innovativo o è un estratto del programma elettorale del sindaco Mascaro?

DE METRIO PRESIDENTE SACAL INVITATO AD INCONTRARE IL CONSIGLIO COMUNALE LAMETINO  
Se l’incontro si concretizzerà se ne potranno conoscere i risultati? I dubbi legittimati dal fatto che l’informazione relativa ad incontri ed avvenimenti del genere solitamente è latitante

Più pronto e lesto del falco pellegrino,  il presidente del consiglio comunale di Lamezia Terme, Peppino Zaffina si è affrettato ad invitare il neo eletto presidente della S.A.Cal. (Società Aeroportuale Calabrese) Giulio De Metrio ad essere presente ad una seduta dell’organo istituzionale lametino. Zaffina si ripromette di affrontare, insieme al presidente S.A.Cal., al sindaco ed ai consiglieri comunali, i temi… Leggi tutto » DE METRIO PRESIDENTE SACAL INVITATO AD INCONTRARE IL CONSIGLIO COMUNALE LAMETINO  
Se l’incontro si concretizzerà se ne potranno conoscere i risultati? I dubbi legittimati dal fatto che l’informazione relativa ad incontri ed avvenimenti del genere solitamente è latitante

HA SENSO PER NOI CALABRESI E LAMETINI LA FRASE DI GALILEI “E PUR SI MUOVE”?
Si percepiscono deboli segnali di cambiamento ma al centro ed in periferia pervade l’atavico individualismo

Mi sono ricordato di questa celebre frase attribuita al grande Galileo Galilei in presenza di due recenti avvenimenti, uno di carattere regionale, l’altro cittadino. Il primo consiste nelle nomine dei nuovi componenti del Consiglio di amministrazione della S.A.Cal. e, segnatamente, della elezione del suo presidente. Il secondo riguarda la consapevolezza che ha acquisito il sindaco di Lamezia Terme in relazione… Leggi tutto » HA SENSO PER NOI CALABRESI E LAMETINI LA FRASE DI GALILEI “E PUR SI MUOVE”?
Si percepiscono deboli segnali di cambiamento ma al centro ed in periferia pervade l’atavico individualismo

LA RIQUALIFICAZIONE DELLA STAZIONE FERROVIARIA DI LAMEZIA TERME CENTRALE
L’opera è finanziata dalla Regione  e dalla RFI. Si fa finalmente sul serio o aspetteremo ancora Godot?

Alcuni giorni addietro i giornali lametini hanno riportato alcune dichiarazioni dell’assessore regionale Francesco Talarico il quale ha rivelato che la regione Calabria avrebbe stanziato la cifra di 1.464.000 euro per la “riqualificazione” della stazione ferroviaria di Lamezia Terme centrale. A questo finanziamento se ne dovrebbe aggiungere un altro di competenza della RFI (Rete ferroviaria italiana) di 1.260.000 euro. Lo stanziamento… Leggi tutto » LA RIQUALIFICAZIONE DELLA STAZIONE FERROVIARIA DI LAMEZIA TERME CENTRALE
L’opera è finanziata dalla Regione  e dalla RFI. Si fa finalmente sul serio o aspetteremo ancora Godot?

ESISTE UN’AGENDA DELLE PRIORITÀ DA RISOLVERE?
L’amministrazione comunale lametina procede affannosamente tentando d’inseguire e porre rimedio alle quotidiane emergenze.

Penso che l’amministrazione comunale di Lamezia, di questa nostra “bella ed invidiabile” città, proceda cercando affannosamente di inseguire e rimediare alle quotidiane emergenze; senza avere un’agenda programmatica delle priorità da risolvere. Per cui passata l’emergenza, il problema che l’ha determinata viene accantonato, anche se è lungi dall’essere stato risolto definitivamente. Quando la mattina del 29 aprile scorso, si cominciò a… Leggi tutto » ESISTE UN’AGENDA DELLE PRIORITÀ DA RISOLVERE?
L’amministrazione comunale lametina procede affannosamente tentando d’inseguire e porre rimedio alle quotidiane emergenze.

DOVE ANDARE? VERSO LA GRANDE O LA PICCOLA LAMEZIA? 
Quale strada imboccare per renderla una città, magari né grande né piccola, ma degna di questo nome? 

Prima parte Lamezia è nata, ma  alla città è mancato un progetto strategico ed una visione d’insieme; si è  andati avanti con provvedimenti provvisori che i suoi amministratori pro-tempore hanno preso per gestire i problemi quotidiani. Avere una idea di città, significa essere in grado di elaborare una programmazione che metta in ordine d’importanza, uno dopo l’altro, i progetti che… Leggi tutto » DOVE ANDARE? VERSO LA GRANDE O LA PICCOLA LAMEZIA? 
Quale strada imboccare per renderla una città, magari né grande né piccola, ma degna di questo nome? 

LA SITUAZIONE ECONOMICA È CARENTE PER TRASFERIMENTI STATALI ED EVASIONE DEI TRIBUTI LOCALI
La programmazione della nuova città non indica dove attingere le risorse economiche per risolvere i problemi e renderla compiuta e vivibile.

Seconda parte Una seria programmazione dovrebbe iniziare con una domanda: da dove si prenderanno i soldi per risolvere i problemi della città e renderla finalmente compiuta e vivibile? È risaputo che due sono le fonti principali: i tributi dei cittadini e i trasferimenti dello Stato. Senza di essi non si va da nessuna parte. Come stanno le cose dal punto… Leggi tutto » LA SITUAZIONE ECONOMICA È CARENTE PER TRASFERIMENTI STATALI ED EVASIONE DEI TRIBUTI LOCALI
La programmazione della nuova città non indica dove attingere le risorse economiche per risolvere i problemi e renderla compiuta e vivibile.

A CONFRONTO IL CAPOLUOGO DI REGIONE E LAMEZIA BARICENTRO CALABRESE I catanzaresi hanno un’idea ed un progetto per la loro città, i lametini no. Un’attenta e puntuale analisi che mette a fuoco i loro contrastanti interessi

Più volte ho scritto che il ceto politico-partitico e la comunità sociale di Catanzaro, hanno un’idea per la loro città ed un progetto di come realizzarla; di come essa dovrà essere costruita e come dovrà diventare nei prossimi decenni. I lametini, invece, un’ idea – progetto, a cinquanta anni dalla creazione della loro città, non sono ancora riusciti a strutturarsela… Leggi tutto »A CONFRONTO IL CAPOLUOGO DI REGIONE E LAMEZIA BARICENTRO CALABRESE I catanzaresi hanno un’idea ed un progetto per la loro città, i lametini no. Un’attenta e puntuale analisi che mette a fuoco i loro contrastanti interessi

FRANCIA O SPAGNA PURCHÈ SE MAGNA La sanità e l’assenza della politica in Lamezia  

Nella legge regionale n. 6 del 13  marzo 2019, dichiarata decaduta subito dopo la sua approvazione da parte del Consiglio regionale per i rilievi di incostituzionalità avanzati dal commissario ad acta, il presidio ospedaliero lametino Giovanni Paolo II era stato inserito, al comma 4 dell’art. 1, nel procedimento di integrazione con le aziende catanzaresi Mater Domini e Pugliese Ciaccio; nella… Leggi tutto »FRANCIA O SPAGNA PURCHÈ SE MAGNA La sanità e l’assenza della politica in Lamezia  

LA MARCIA TRIONFALE DELLA SANITÀ DI CATANZARO DOPO L’INTEGRAZIONE DEI SUOI OSPEDALI Sostiene il sindaco Abramo: l’integrazione ospedaliera è il più importante punto sul quale stiamo lavorando da anni. 

Prosegue senza soste la marcia trionfale della sanità catanzarese innescata com’è noto nella notte del 27/28 aprile u.s. con l’approvazione, da parte del Consiglio regionale, della legge in base alla quale ci si propone di dare il via all’integrazione tra l’azienda ospedaliera universitaria Mater Domini e l’azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio. Da essa, anche tale circostanza è ormai arcinota, è stato eliminato… Leggi tutto »LA MARCIA TRIONFALE DELLA SANITÀ DI CATANZARO DOPO L’INTEGRAZIONE DEI SUOI OSPEDALI Sostiene il sindaco Abramo: l’integrazione ospedaliera è il più importante punto sul quale stiamo lavorando da anni. 

IGNORATI I RESPONSABILI DEL PRESIDIO OSPEDALIERO E GLI AMMINISTRATORI LAMETINI Il capolavoro di Jole Santelli, ispirata da Tallini in combutta con Abramo e Cotticelli.

Il capolavoro di questi tre mesi di amministrazione santelliana, di cui la presidente della giunta regionale può andare fiera ed orgogliosa, è stato confezionato in materia di sanità. In piena esplosione, su scala nazionale, del Covid-19,  la Santelli ha cominciato con l’ ignorare  il suggerimento che le è venuto da Lamezia Terme di approntare nell’ospedale Giovanni Paolo II un reparto… Leggi tutto »IGNORATI I RESPONSABILI DEL PRESIDIO OSPEDALIERO E GLI AMMINISTRATORI LAMETINI Il capolavoro di Jole Santelli, ispirata da Tallini in combutta con Abramo e Cotticelli.