Giuseppe Sestito

METTIAMO A POSTO LA CITTA’, SE NON ORA QUANDO ?
Le “Grandi Schifezze” di Lamezia Terme: Corso Numistrano e Piazza della Repubblica

Parliamo di beni culturali di Lamezia Terme: da alcuni decenni mi occupo del Corso Numistrano che, a mio giudizio, costituisce il bene culturale più importante e prezioso, ricco di memorie e di storia; ancora oggi, rimane la costruzione più bella della città, che i nostri antenati hanno costruito e ci hanno lasciato in eredità. È un bene culturale simbolo, luogo d’incontro, che ha svolto per oltre un secolo e mezzo e continua a svolgere, la “funzione indispensabile come spazio di… Leggi tutto » METTIAMO A POSTO LA CITTA’, SE NON ORA QUANDO ?
Le “Grandi Schifezze” di Lamezia Terme: Corso Numistrano e Piazza della Repubblica

IL CONSIGLIO COMUNALE LAMETINO HA APPROVATO IL DUP
Il documento unico di programmazione è originale ed innovativo o è un estratto del programma elettorale del sindaco Mascaro?

Allorché, se non ricordo male, il 3 o 4 di agosto, leggendo i giornali per tenermi informato su quanto stesse succedendo in quei giorni a Lamezia, ho appreso che la giunta comunale lametina aveva approvato il DUP, sono stato pervaso da un senso di sbigottimento. Hanno approvato il DUP, mi sono chiesto, il 4 di agosto? Ma gli amministratori lametini: sindaco, assessori, la maggioranza che li sostiene, e anche l’opposizione che dovrebbe rendersi conto di ciò che l’amministrazione chiederà, tra… Leggi tutto » IL CONSIGLIO COMUNALE LAMETINO HA APPROVATO IL DUP
Il documento unico di programmazione è originale ed innovativo o è un estratto del programma elettorale del sindaco Mascaro?

DE METRIO PRESIDENTE SACAL INVITATO AD INCONTRARE IL CONSIGLIO COMUNALE LAMETINO  
Se l’incontro si concretizzerà se ne potranno conoscere i risultati? I dubbi legittimati dal fatto che l’informazione relativa ad incontri ed avvenimenti del genere solitamente è latitante

Più pronto e lesto del falco pellegrino,  il presidente del consiglio comunale di Lamezia Terme, Peppino Zaffina si è affrettato ad invitare il neo eletto presidente della S.A.Cal. (Società Aeroportuale Calabrese) Giulio De Metrio ad essere presente ad una seduta dell’organo istituzionale lametino. Zaffina si ripromette di affrontare, insieme al presidente S.A.Cal., al sindaco ed ai consiglieri comunali, i temi che riguardano l’aeroporto internazionale e quindi spaziare dal […..] “rilancio dello scalo lametino, alla crisi occupazionale dei dipendenti, agli investimenti… Leggi tutto » DE METRIO PRESIDENTE SACAL INVITATO AD INCONTRARE IL CONSIGLIO COMUNALE LAMETINO  
Se l’incontro si concretizzerà se ne potranno conoscere i risultati? I dubbi legittimati dal fatto che l’informazione relativa ad incontri ed avvenimenti del genere solitamente è latitante

HA SENSO PER NOI CALABRESI E LAMETINI LA FRASE DI GALILEI “E PUR SI MUOVE”?
Si percepiscono deboli segnali di cambiamento ma al centro ed in periferia pervade l’atavico individualismo

Mi sono ricordato di questa celebre frase attribuita al grande Galileo Galilei in presenza di due recenti avvenimenti, uno di carattere regionale, l’altro cittadino. Il primo consiste nelle nomine dei nuovi componenti del Consiglio di amministrazione della S.A.Cal. e, segnatamente, della elezione del suo presidente. Il secondo riguarda la consapevolezza che ha acquisito il sindaco di Lamezia Terme in relazione alla condizione di debolezza in cui versa la  sanità lametina; con riferimento ad essa ha chiesto di poter partecipare al… Leggi tutto » HA SENSO PER NOI CALABRESI E LAMETINI LA FRASE DI GALILEI “E PUR SI MUOVE”?
Si percepiscono deboli segnali di cambiamento ma al centro ed in periferia pervade l’atavico individualismo

LA RIQUALIFICAZIONE DELLA STAZIONE FERROVIARIA DI LAMEZIA TERME CENTRALE
L’opera è finanziata dalla Regione  e dalla RFI. Si fa finalmente sul serio o aspetteremo ancora Godot?

Alcuni giorni addietro i giornali lametini hanno riportato alcune dichiarazioni dell’assessore regionale Francesco Talarico il quale ha rivelato che la regione Calabria avrebbe stanziato la cifra di 1.464.000 euro per la “riqualificazione” della stazione ferroviaria di Lamezia Terme centrale. A questo finanziamento se ne dovrebbe aggiungere un altro di competenza della RFI (Rete ferroviaria italiana) di 1.260.000 euro. Lo stanziamento complessivo ammonterebbe quindi a 2.684.000 euro; una bella somma, non c’è che dire. D’altro canto, credo sia venuto il momento… Leggi tutto » LA RIQUALIFICAZIONE DELLA STAZIONE FERROVIARIA DI LAMEZIA TERME CENTRALE
L’opera è finanziata dalla Regione  e dalla RFI. Si fa finalmente sul serio o aspetteremo ancora Godot?

ESISTE UN’AGENDA DELLE PRIORITÀ DA RISOLVERE?
L’amministrazione comunale lametina procede affannosamente tentando d’inseguire e porre rimedio alle quotidiane emergenze.

Penso che l’amministrazione comunale di Lamezia, di questa nostra “bella ed invidiabile” città, proceda cercando affannosamente di inseguire e rimediare alle quotidiane emergenze; senza avere un’agenda programmatica delle priorità da risolvere. Per cui passata l’emergenza, il problema che l’ha determinata viene accantonato, anche se è lungi dall’essere stato risolto definitivamente. Quando la mattina del 29 aprile scorso, si cominciò a propalare la voce che durante la notte precedente il quadrunvirato regionale: Santelli, Tallini, Abramo, Cottarelli aveva approvato una nuova legge… Leggi tutto » ESISTE UN’AGENDA DELLE PRIORITÀ DA RISOLVERE?
L’amministrazione comunale lametina procede affannosamente tentando d’inseguire e porre rimedio alle quotidiane emergenze.

DOVE ANDARE? VERSO LA GRANDE O LA PICCOLA LAMEZIA? 
Quale strada imboccare per renderla una città, magari né grande né piccola, ma degna di questo nome? 

Prima parte Lamezia è nata, ma  alla città è mancato un progetto strategico ed una visione d’insieme; si è  andati avanti con provvedimenti provvisori che i suoi amministratori pro-tempore hanno preso per gestire i problemi quotidiani. Avere una idea di città, significa essere in grado di elaborare una programmazione che metta in ordine d’importanza, uno dopo l’altro, i progetti che si ritengono strutturali per le sorti della città. L’idea che anche ai giorni nostri si proceda senza alcuna programmazione delle… Leggi tutto » DOVE ANDARE? VERSO LA GRANDE O LA PICCOLA LAMEZIA? 
Quale strada imboccare per renderla una città, magari né grande né piccola, ma degna di questo nome? 

LA SITUAZIONE ECONOMICA È CARENTE PER TRASFERIMENTI STATALI ED EVASIONE DEI TRIBUTI LOCALI
La programmazione della nuova città non indica dove attingere le risorse economiche per risolvere i problemi e renderla compiuta e vivibile.

Seconda parte Una seria programmazione dovrebbe iniziare con una domanda: da dove si prenderanno i soldi per risolvere i problemi della città e renderla finalmente compiuta e vivibile? È risaputo che due sono le fonti principali: i tributi dei cittadini e i trasferimenti dello Stato. Senza di essi non si va da nessuna parte. Come stanno le cose dal punto di vista finanziario nelle casse del comune? Dalle linee programmatiche che il sindaco lesse all’inizio della sua prima legislatura (il… Leggi tutto » LA SITUAZIONE ECONOMICA È CARENTE PER TRASFERIMENTI STATALI ED EVASIONE DEI TRIBUTI LOCALI
La programmazione della nuova città non indica dove attingere le risorse economiche per risolvere i problemi e renderla compiuta e vivibile.

A CONFRONTO IL CAPOLUOGO DI REGIONE E LAMEZIA BARICENTRO CALABRESE I catanzaresi hanno un’idea ed un progetto per la loro città, i lametini no. Un’attenta e puntuale analisi che mette a fuoco i loro contrastanti interessi

Più volte ho scritto che il ceto politico-partitico e la comunità sociale di Catanzaro, hanno un’idea per la loro città ed un progetto di come realizzarla; di come essa dovrà essere costruita e come dovrà diventare nei prossimi decenni. I lametini, invece, un’ idea – progetto, a cinquanta anni dalla creazione della loro città, non sono ancora riusciti a strutturarsela per cui il ceto politico – partitico ed amministrativo di Lamezia va avanti gestendo alla giornata, di consiliatura in consiliatura,… Leggi tutto »A CONFRONTO IL CAPOLUOGO DI REGIONE E LAMEZIA BARICENTRO CALABRESE I catanzaresi hanno un’idea ed un progetto per la loro città, i lametini no. Un’attenta e puntuale analisi che mette a fuoco i loro contrastanti interessi

FRANCIA O SPAGNA PURCHÈ SE MAGNA La sanità e l’assenza della politica in Lamezia  

Nella legge regionale n. 6 del 13  marzo 2019, dichiarata decaduta subito dopo la sua approvazione da parte del Consiglio regionale per i rilievi di incostituzionalità avanzati dal commissario ad acta, il presidio ospedaliero lametino Giovanni Paolo II era stato inserito, al comma 4 dell’art. 1, nel procedimento di integrazione con le aziende catanzaresi Mater Domini e Pugliese Ciaccio; nella nuova legge approvata nella notte tra il 27 e il 28 aprile scorso, non vi è invece alcuna traccia per… Leggi tutto »FRANCIA O SPAGNA PURCHÈ SE MAGNA La sanità e l’assenza della politica in Lamezia