di Renato Borelli

MILIONI DI EURO BUTTATI ALLE ORTICHE DOPO 11 ANNI DI COMMISSARIAMENTO!
la sanita’ in calabria sguazza nel profondo rosso oggi piu’ di ieri. acuiti i problemi preesistenti, non garantiti i lea, l’assenza di un piano di risanamento, il disinteresse dei politici.

MILIONI DI EURO BUTTATI ALLE ORTICHE DOPO 11 ANNI DI COMMISSARIAMENTO! LA SANITÀ IN CALABRIA SGUAZZA NEL PROFONDO ROSSO OGGI PIU’ DI IERI. ACUITI I PROBLEMI PREESISTENTI, NON GARANTITI I LEA, L’ASSENZA DI UN PIANO DI RISANAMENTO, IL DISINTERESSE DEI POLITICI. Lettera aperta Al Ministro della Salute Dott. Roberto Speranza di Renato Borelli Onorevole, per il ruolo che ha nella “stanza dei bottoni”, per noi calabresi è come se fosse la Madonna di noantri, quella Madonna fiumarola, protettrice dei trasteverini, che… Leggi tutto » MILIONI DI EURO BUTTATI ALLE ORTICHE DOPO 11 ANNI DI COMMISSARIAMENTO!
la sanita’ in calabria sguazza nel profondo rosso oggi piu’ di ieri. acuiti i problemi preesistenti, non garantiti i lea, l’assenza di un piano di risanamento, il disinteresse dei politici.

SANTELLI, I PENSIERI DI UN SOGNATORE
E’ vero… a volte le apparenze ingannano

La notizia giuntami relativamente alla prematura morte dell’on. Iole Santelli mi ha addolorato e non poco, forse perché fino a ieri i miei pensieri nei Suoi confronti certamente non stazionavano sulle vette dei monti più alti della nostra Terra. In tutta sincerità avevo “in macchina” una lettera aperta, a Lei indirizzata, il cui titolo era “ Balla, balla, ballerina” riproponendo la Ballerina di Siviglia  di Cacao Meravigliao, gioconda e spensierata. Quando stamane ho appreso che Atropo inesorabile, con lucide cesoie,… Leggi tutto » SANTELLI, I PENSIERI DI UN SOGNATORE
E’ vero… a volte le apparenze ingannano

CACCIATORI ALLO SBANDO: PAROLE MA NIENTE FATTI
La legge regionale sulla caccia è obsoleta. Occorrerebbe un piano faunistico regionale che tenga conto dei diritti e dei doveri di ciascuna delle controparti.

Sembrava, qualche mese fa, che il mondo della caccia avesse trovato finalmente le orecchie giuste per la soluzione dei suoi problemi. L’ottimismo era dettato dal fatto che il neo assessore regionale all’ Agricoltura, Gianluca Gallo, aveva convocato i referenti delle associazioni venatorie per un confronto sulle problematiche e le prospettive della caccia in Calabria. “La legge regionale sulla caccia – affermò allora l’assessore Gallo – è obsoleta. Lavoreremo per giungere alla formulazione di una proposta normativa da sottoporre all’attenzione ed… Leggi tutto » CACCIATORI ALLO SBANDO: PAROLE MA NIENTE FATTI
La legge regionale sulla caccia è obsoleta. Occorrerebbe un piano faunistico regionale che tenga conto dei diritti e dei doveri di ciascuna delle controparti.

VIVA, VIVA SAN VITALIANO
Villa Sant’Anna dei miracoli: rimborsi veri e ricoveri falsi

San Vitaliano consentimi, io sono un follower di Sant’Antonio, quel tuo collega che è più predisposto per sua natura verso noi altri poveri provinciali. Non è che Tu sia il santo dei blasonati però, vivaddio, potevi sussurrare a Sant’Anna che, a suo nome,  avvenivano “miracoli” producenti rimborsi milionari a fronte di prestazioni mai effettuate in un fantomatico reparto di terapia intensiva. Non mi è dato sapere ora se quanto avvenuto è perché Tu, scusa la mia irriverenza, sei apparso in… Leggi tutto » VIVA, VIVA SAN VITALIANO
Villa Sant’Anna dei miracoli: rimborsi veri e ricoveri falsi

SUVVIA SANTELLI … INIZI A GOVERNARE LA CALABRIA
Basta con video clip, slogan, ordinanze ed assordanti silenzi.

Quella che fino a ieri era solo una sensazione oggi è diventata una percezione e mi auguro, nell’ interesse di tutti i calabresi, che non diventi una certezza: la giunta regionale in carica, guidata dalla Santelli richiama alla mia mente la Cena delle beffe di Blasetti, quel melodramma che segnò il passaggio del cinema italiano, controllato dal regime fascista, al neorealismo. Il perché è presto detto: alla gioia ed all’esultanza di aver eletto alla presidenza regionale l’on. Santelli, prima donna… Leggi tutto » SUVVIA SANTELLI … INIZI A GOVERNARE LA CALABRIA
Basta con video clip, slogan, ordinanze ed assordanti silenzi.

LA LUNGIMIRANZA DEI POLITICI LAMETINI È PARI A QUELLA DI UNA TALPA
Ma una rivendicazione di alcuni dipendenti ospedalieri induce un giudice della Procura di Catanzaro  a chiedere ai vertici aziendali chiarimenti in merito all’applicazione del decreto del commissario ad acta ing. Massimo Scura. Nessuna meraviglia se dieci anni di commissariamento fanno registrare nei bilanci il profondo rosso e l’assenza di un piano regionale di risanamento.

E’ questa una vicenda che sembra uscita dal libro dei paradossi. In verità la storia del pensiero è percorsa da contraddizioni e rompicapi avvincenti quanto impossibili, e questa storia è la testimonianza di una affermazione, che pur contraddittoria nei contenuti, finisce col ribaltare la realtà: quella realtà del nosocomio lametino “scondizionato”, ridotto ai minimi termini dai tanti provvedimenti ad mentula canis, per dirla con Ovidio. Ce la racconta il dott. Domenico Fusto del sindacato Coas Medici, nonché dirigente responsabile dell’unità… Leggi tutto » LA LUNGIMIRANZA DEI POLITICI LAMETINI È PARI A QUELLA DI UNA TALPA
Ma una rivendicazione di alcuni dipendenti ospedalieri induce un giudice della Procura di Catanzaro  a chiedere ai vertici aziendali chiarimenti in merito all’applicazione del decreto del commissario ad acta ing. Massimo Scura. Nessuna meraviglia se dieci anni di commissariamento fanno registrare nei bilanci il profondo rosso e l’assenza di un piano regionale di risanamento.

SANITA’ CALABRESE DRAMMATICA E PRECARIA
I segretari regionali di Cgil, Cisl ed Uil hanno incontrato il Ministro della Sanità Roberto Speranza.  Difficoltà di comunicazione con gli organi regionali e con le strutture commissariali. Una storia senza morale che non conosce ancora la parola fine.

Roma, 8 settembre ’20, la data è significativa perché ricorda un altro 8 settembre, quello del ’43, fausto o infausto, non metto lingua. Certamente quello odierno va tenuto in seria considerazione per una regola di bella e buona creanza: il ministro della Sanità Speranza, ha convocato a Roma i segretari regionali di Cgil, Cisl ed Uil, nonché le federazioni nazionali dei medici, per parlare dell’emergenza sanità in Calabria. Incontro richiesto appena il 28 agosto scorso dalle tre organizzazioni sindacali. Fatto… Leggi tutto » SANITA’ CALABRESE DRAMMATICA E PRECARIA
I segretari regionali di Cgil, Cisl ed Uil hanno incontrato il Ministro della Sanità Roberto Speranza.  Difficoltà di comunicazione con gli organi regionali e con le strutture commissariali. Una storia senza morale che non conosce ancora la parola fine.

SANITA’: RIMEMBRANZE E FACILI OTTIMISMI
Ma la realtà lametina non si coniuga con il futuro

Qualche giorno fa, lo apprendo da un comunicato stampa, un lungo, approfondito e proficuo incontro è avvenuto tra il Prefetto Latella, il direttore sanitario del Presidio Gallucci, il direttore sanitario dell’Asp Lazzaro, il direttore amministrativo Marchitelli, l’ing Lucia e, per il comune lametino, il sindaco Mascaro, accompagnato dal presidente della terza commissione, avv. Nicotera, e dall’assessore alla sanità dott. Gianfranco Luzzo. Oggetto dell’incontro le carenti condizioni del nosocomio lametino che tal non è più. Provo a condensare un’ora e mezza… Leggi tutto » SANITA’: RIMEMBRANZE E FACILI OTTIMISMI
Ma la realtà lametina non si coniuga con il futuro

MARE SPORCO IN CALABRIA? UN VECCHIO RITORNELLO, SEMPRE QUELLO
Un problema strutturale che andrebbe risolto con un mega progetto regionale

Mi sovviene Gabriella Ferri, non tanto per il suo gradevole invito “tutti al mare a mostrar le chiappe chiare” quanto per quello “anche tu diventerai come un vecchio ritornello, sempre quello”. Chiedo venia se alla liricità dei versi della grande interprete romana sostituisco la prosaicità della nostra vita quotidiana, però quello del mare sporco non è un problema di oggi, ma è un refrain che “cantiamo” anno dopo  anno, malgrado  Iole Santelli, nostra signora dei miracoli  – non esclusi però quanto… Leggi tutto » MARE SPORCO IN CALABRIA? UN VECCHIO RITORNELLO, SEMPRE QUELLO
Un problema strutturale che andrebbe risolto con un mega progetto regionale

SETTEMBRE NERO SULL’ORIZZONTE LAMETINO CAUSA ULTERIORE INACCETTABILE MORTIFICAZIONE  
La città della piana non è la discarica regionale e rivendica il suo ruolo di protagonista in tutti i settori produttivi.

L’estate è bella che passata. In questi ultimi giorni di caldo anomalo, che potrebbero segnarla come la più rovente degli ultimi cento anni, tanti sono gli accadimenti sull’orizzonte lametino che preoccupano non poco gli abitanti dell’ex ubertosa piana e le istituzioni, ben consapevoli di sedere su un vulcano che un giorno non lontano esploderà. Si respira nella quarta città della Calabria, piaccia o non piaccia ai politici che siedono a Palazzo degli Itali, un clima infuocato che lascia presagire un… Leggi tutto » SETTEMBRE NERO SULL’ORIZZONTE LAMETINO CAUSA ULTERIORE INACCETTABILE MORTIFICAZIONE  
La città della piana non è la discarica regionale e rivendica il suo ruolo di protagonista in tutti i settori produttivi.