LA VOCE DELLA CITTA’
Le notizie dell’ultime ore
a cura di Redazione di Lamezia 3.0
Attualità – 31/07/2020 

 

LAMEZIA NON È LA PATTUMIERA DELLA CALABRIA

di Redazione

 

In Calabria ci sono città e paesi, a ridosso del mare che vivono di turismo. Ci sono città che hanno grossi apporti economici derivanti o dalla presenza dell’università o per gli effetti indotti dalla concentrazione delle strutture sanitarie e dei pubblici uffici. Ci sono città che vivono di agricoltura e di quel resta del terziario avanzato.
Lamezia Terme appartiene a quest’ultima categoria e, favorita dalla presenza dell’unico aeroporto internazionale della regione, da una agricoltura di eccellenza, dalla pervicace volontà dei suoi abitanti di uscire dallo stato di impasse al quale vorrebbero tenerla legata i suoi detrattori, spera di cambiare il suo destino puntando sulla piccola e media industria e su un artigianato di tutto rispetto.
Non c’è, quindi, barba di sindaco che possa stravolgere i suoi destini facendola diventare la pattumiera della regione, né tanto meno sono bastevoli le disinvolte ordinanze della neo governatrice finalizzate a mettere toppe sui buchi e mai ubbidendo ad una seria e meditata  programmazione e pianificazione di quegli eventi che sono stati, ieri come oggi,  la palla al piede dell’intero territorio calabrese.
C’è bisogno di chiarezza gestionale, non basta rassicurare i cittadini che non saranno aperte nuove discariche, ma che non saranno disseppellite nemmeno quelle già esistenti nel territorio lametino ed in quello limitrofo di Pianopoli.
C’è un gran fermento in città: i lametini non consentiranno che il loro territorio sia utilizzato come centro raccolta rifiuti.
Ne prendano atto il sindaco Mascaro e tutte le autorità preposte.